salta la barra  Po-Net  Cultura a Prato  Prato Arte e Storia  Itinerari in città  L'esterno
progetto cofinanziato da
Unione EuropeaMinistero dell'Interno
Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi
Po-Net
 indietro
Itinerari in città

Duomo di Prato - Pulpito, portale e chiostro esterno

Pulpito del Duomo (Donatello)
Pulpito di Donatello, fototeca APT
Lunetta del Duomo
Lunetta di Andrea Della Robbia, fototeca APT
Chiostro romanico
Chiostro romanico, foto D. Grimoldi

Pulpito di Donatello

Commissionato nel 1428 a Donatello e Michelozzo di Bartolomeo, fu pensato in funzione dell'ostensione della Sacra Cintola, da cui deriva anche la sua particolare posizione sull'angolo esterno della chiesa, visibile da due piazze, sul davanti e sul fianco della chiesa.
Lo spigolo della chiesa ne costituisce il basamento, come sottolinea il bel capitello bronzeo di Michelozzo, con l'originale figura dell'angioletto che si affaccia a sostenere le soprastanti cornici marmoree disposte a fasce concentriche.
Il parapetto in marmo bianco è ornato da un fregio a bassorilievo, suddiviso da lesene scanalate in sette riquadri, all'interno dei quali gruppi di angeli danzano con un'impressione di movimento accentuata dal fondo a mosaico.

Portale e lunetta

Il grande portale a fasce bicrome, realizzato nel 1412-13 su disegno di Giovanni di Ambrogio e Niccolò di Piero Lamberti, si conclude con un alto archivolto a ogiva, entro il quale si colloca la bella lunetta con Madonna, il bambino e i santi Stefano e Lorenzo, in terracotta invetriata bianca e azzurra, che costituisce l'opera più importante realizzata da Andrea della Robbia per Prato (1489).

Chiostro romanico

Realizzato con la consueta raffinata bicromia marmorea nelle colonnine in marmo bianco alternate a quelle più robuste in serpentino, che sostengono tramite stampelle di ispirazione lombarda o pisano-lucchese, le arcatelle appena rialzate, è l'unico esempio di questa tipologia nel territorio fiorentino.
Il secondo ordine del chiostro con pilastrini a capitelli di gusto tardo-gotico sostituì quello romanico nel 1428.


Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 26.04.2011
 indietro  inizio pagina